Sabato 25 Mar 2017 - ore 10:00

Il vino nell’arte, nella scienza e nell’economia

Ambasciatori HART / cinema food music

Via Francesco Crispi 33, Napoli

Scarica il programma

‘’Che vita è quella di chi non ha vino?’’. E’ il retorico interrogativo biblico ad animare il ‘Sabato delle Idee’, nella sua prima uscita primaverile dell’anno in corso. Un interrogativo a risposta multipla, con implicazioni storiche, artistiche, antropologiche, filosofiche, economiche, ovviamente, scientifiche, per discettare intorno alla ‘’più salutare e igienica delle bevande’’ (Louis Pasteur).
Un tentativo di capire, almeno un po’, la sua importanza nella storia dell’umanità, la sua capacità, probabilmente unica, di legarsi al territorio e alle coscienze, plasmandoli e identificandoli.

Uno squarcio di luce sulle sue capacità, decisamente archetipiche, di aprire porte, esteriori, e, soprattutto interiori, di accompagnare l’uomo da sempre, come perfido seduttore che ‘’suscita il desiderio, ma ne ostacola l’attuazione’’ (William Shakespeare). Uno sforzo, letterario e figurativo, di penetrare il suo destino di compagno ultimo, ma pur sempre compagno, di indicibili disperazioni.
E ancora il vino come ‘’la cosa più civile del mondo’’ (Ernest Hemingway), e, al tempo stesso, come simbolo per eccellenza di atmosfere campestri e bucoliche fuori dal tempo e dalla ‘civiltà’.
In definitiva, una cauta, ma appassionata, esplorazione, di un mondo ambivalente, se, come ammonisce ancora il Siracide, occorre ‘’non fare il forte con il vino, perché ha mandato molti in rovina’’.

SALUTI
Lucio d’Alessandro
Rettore dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa
Gaetano Manfredi
Rettore dell'Università degli Studi di Napoli Federico II
Marco Salvatore
Il Sabato delle Idee

COORDINA
Giancarlo Loquenzi
Giornalista RAI

INTERVENGONO
Gennaro Carillo
Professore di storia del pensiero politico – Università degli Studi Suor Orsola Benincasa
Pierluigi Leone de Castris
Presidente CdL conservazione dei beni culturali – Università degli Studi Suor Orsola Benincasa
Piero Mastroberardino
Professore di economia e gestione delle imprese – Università di Foggia
Luigi Moio
Professore di scienze e tecnologie alimentari - Università degli Studi di Napoli Federico II
Paolo Scarpi
Professore di storia delle religioni – Università degli Studi di Padova

Comunicati stampa

Il cinema DI e DA Napoli

Al Suor Orsola “Il Sabato delle Idee” per una riflessione sulle nuove opportunità di sviluppo economico attorno al grande successo del cinema napoletano

Il cinema come risorsa per lo sviluppo economico della città. È l’obiettivo della riflessione promossa da “Il Sabato delle Idee” attorno al “Cinema Di e Da Napoli” che sarà il tema del prossimo appuntamento del pensatoio fondato dallo scienziato Marco Salvatore che mette insieme alcune delle eccellenze accademiche, culturali e scientifiche della città di Napoli.

 L’appuntamento è fissato per sabato 18 Novembre alle ore 10 nella Sala degli Angeli dell’Università Suor Orsola Benincasa che con la Fondazione SDN ha dato il via nel 2009 alla rete di istituzioni che oggi sono unite ne “Il Sabato delle Idee”. Una scelta non causale quella del Suor Orsola per parlare del futuro e dei successi del cinema napoletano perché da due anni nella Torre della Comunicazione del Suor Orsola c’è la Scuola di Cinema e Televisione diretta dal produttore de “La grande bellezza” Nicola Giuliano, che sarà tra i grandi protagonisti dell’incontro del Sabato delle Idee promosso in collaborazione con AGIS Campania e proprio con il Master in Cinema e Televisione del Suor Orsola.

Ad aprire l’incontro, coordinato dal critico cinematografico Valerio Caprara, presidente del Consiglio di amministrazione della Film Commission della Regione Campania, ci saranno Lucio d’Alessandro, Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa, Gaetano Manfredi, Rettore dell’Università Federico II di Napoli e il fondatore de “Il Sabato delle Idee” Marco Salvatore.

Con Nicola Giuliano prenderanno parte alla discussione Rosita Marchese, membro della Commissione cinematografia del MIBACT, Luigi Grispello, presidente della Fondazione Campania dei Festival, Marina Marzotto, presidente dell’Associazione Giovani Produttori Cinematografici e Indipendenti, Rosanna Romano, direttore generale per la cultura e il turismo della Regione Campania, i produttori Angelo Curti e Luciano Stella, i registi Francesco Martinotti e Gianfranco Pannone, e i professori Ugo di Tullio, docente di Organizzazione e legislazione dello spettacolo cinematografico all’Università di Pisa e Bruno Zambardino, docente di Economia dello spettacolo all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.

“Il Sabato delle Idee – sottolinea Salvatore – si è posto tra i suoi obiettivi fondanti quello di esplorare le opportunità concrete aperte dalla cultura intesa come risorsa e questo incontro dedicato al cinema italiano, con attenzione particolare ai recenti successi, sul piano nazionale e internazionale, di quello che è stato definito il ‘cinema made in Napoli’, vuole provare ad individuare in particolare come si possano trasformare in occasioni di crescita culturale, socio-economica e lavorativa gli importanti interventi regionali legislativi a sostegno della produzione cinematografica e audiovisiva”.

Una vocazione alla produttività economica del cinema che è il tratto distintivo con cui è nata la Scuola di Cinema e Televisione del Suor Orsola dove, come evidenzia il Rettore d’Alessandro “la presenza di un Centro di Produzione cinematografica e televisiva e la creazione di una grande rete di sinergie con soggetti produttivi di rilievo nazionale e internazionale ha creato una vera e propria factory universitaria permanente di ideazione e di scrittura filmica e televisiva che in soli due anni ha portato ai nostri giovani migliori numerose occasioni di lavoro in importanti reti televisive nazionali (da Discovery Channel a Mediaset), in note produzioni televisive (da Forum a Le Iene) o in grandi produzioni cinematografiche come quella prevista per il nuovo film di Paolo Sorrentino”.

Il vino tra le eccellenze campane da comunicare e valorizzare meglio

Un Sabato delle Idee interamente dedicato al vino tra arte, scienza, filosofia ed economia

 “Da Socrate a Platone da Aristofane a Shakespeare. Dai grandi maestri della filosofia greca ai grandi pilastri della storia del teatro, nessuno è stato immune al fascino del vino ed al suo utilizzo metaforico”. Nella sintesi del filosofo Gennaro Carillo c’è tutto il senso di un suggestivo “Sabato delle Idee” dedicato al vino in tutte le sue angolazioni: storiche, artistiche, antropologiche, filosofiche, economiche e scientifiche.Allestito da Marco Salvatore nel nuovo “Cinema-Food-Music Ambasciatori Hart”, il parterre del Sabato delle Idee ha affiancato alle discettazioni filosofiche di Carillo e ad un affascinante viaggio nell’iconografia artistica inebriata dal vino dello storico dell’arte Pierluigi Leone de Castris, gli interventi di taglio più prettamente storico, economico e scientifico dell’enologo Luigi Moio del dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli, dello storico dell’Università di Padova, Paolo Scarpi e dell’economista dell’Università di Foggia Piero Mastroberardino, nella duplice veste anche di rappresentante di una delle aziende vinicole campane più importanti a livello internazionale.

 Al termine del dibattito il tributo della sala al giornalista Antonio Corbo, premiato negli scorsi giorni in occasione del trentennale dell’Associazione Città del Vino per il suo lavoro di comunicazione sui temi del vino. Un settore nevralgico come ha sottolineato anche il Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa, Lucio d’Alessandro ricordando l’importante lavoro formativo dell’Ateneo campano nel settore della comunicazione multimediale dell’enogastronomia in partenariato con il Gambero Rosso.

Il vino nell’arte, nella scienza e nell’economia

Il Sabato delle Idee fa tappa al Cinema Ambasciatori Hart

 Vino, arte, cinema, scienza, cultura ed economia. Saranno gli ingredienti di un appuntamento quanto mai suggestivo del Sabato delle Idee interamente dedicato al vino, in tutte le sue declinazioni storiche, artistiche, antropologiche, filosofiche, economiche e scientifiche.

L’appuntamento per discettare intorno alla “più salutare e igienica delle bevande’’, per dirla con Louis Pasteur, è fissato per sabato 25 marzo a partire dalle ore 10 in una location d’eccezione: il nuovo “Cinema-Food-Music Ambasciatori Hart”, l’innovativa sala cinematografica napoletana che ha rivoluzionato il sistema di fruizione del cinema tra divani, poltrone e servizio enogastronomico in sala.

“Che vita è quella di chi non ha vino?’’.  Sarà il retorico interrogativo biblico da cui partirà la discussione del Sabato delle Idee. Un interrogativo a risposta multipla, per cercare di capire, come spiega il fondatore del Sabato delle Idee, Marco Salvatore, “l’importanza trasversale del vino nella storia dell’umanità e la sua capacità, probabilmente unica, di legarsi al territorio e alle coscienze, plasmandoli e identificandoli”.

Dalle opere di William Shakespeare, che lo considerava un perfido seduttore che “suscita il desiderio, ma ne ostacola l’attuazione”, ai libri di Ernest Hemingway, per il quale era “la cosa più civile del mondo’’, il vino ha attraversato secoli di raffigurazioni artistiche e letterarie, soprattutto come simbolo per eccellenza di atmosfere campestri e bucoliche fuori dal tempo e dalla ‘civiltà’.

Al Sabato delle Idee ne parleranno da tutte le angolazioni possibili il filosofo Gennaro Carillo, lo storico dell’arte, Pierluigi Leone de Castris, l’economista Piero Mastroberardino, l’enologo Luigi Moio e lo storico Paolo Scarpi.

Il dibattito sarà introdotto da Lucio d’Alessandro, Rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa, Gaetano Manfredi, Rettore dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e dal direttore dell’IRCCS SDN, Marco Salvatore e sarà coordinato dal giornalista, Giancarlo Loquenzi, conduttore dello storico programma di Radio Rai “Zapping”.

Photo Gallery

Video